STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE

FALLETI & Partners

Contattaci:
0131 1850020

Willy Monteiro Duarte: omicidio preterintenzionale o dolo eventuale?

Una cosa è certa, il povero Willy Monteiro aveva solo 21 anni, un viso da bambino e  tutti  lo raccontano come un animo buono e gentile.

Willy aveva solo 21 anni e durante un normale sabato sera trascorso con gli amici decide di compiere una buona azione, una di quelle che vengono spontanee a chi è stanco di girarsi dall’altra parte.

Monteiro è intervenuto  per separare due ragazzi da un litigio ma non credo pensasse  che quella sera la vittima sarebbe stato lui.

Quattro ragazzoni  si sono accaniti su di lui lasciandolo  a terra esanime, mentre li implorava di smetterla dicendo: ” non respiro più“.

Ora la procura indaga per omicidio preterintenzionale.

Nella preterintenzione l’agente vuole cagionare un danno, ma non così grave come quello che in effetti poi si realizza . Tizio da un pugno a Caio perchè vuole colpirlo, ma Caio cade a terra, batte la testa e muore. Tizio non voleva uccidere Caio.

Certo sarà la magistratura a stabilire come si siano svolti i fatti ma ritengo personalmente che quattro ragazzoni che decidono di accanirsi brutalmente contro una sola persona esile e di piccola struttura, che non si fermano davanti ad un implorazione di aiuto, abbiano certamente accettato il rischio della concreta possibilità che l’evento morte potesse verificarsi  e ciononostante abbiamo comunque deciso di proseguire nel pestaggio anche a costo di provocarla.  ( dolo eventuale).

Attendiamo fiduciosi l’esito delle indagini che sono compito dei legali e della Procura perché i processi si fanno nei tribunali,  per ora, l’unica cosa certa è che il povero Willy non c’è più e la sua famiglia piange una giovane vita spezzata troppo presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *